17ma MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA

Talento e umanità nella splendida cornice veneziana

events.veneziaunica.it

Sabato 22 maggio è stata inaugurata a Venezia la 17esima Mostra Internazionale di Architettura chiamata How will we live together?, che rimarrà aperta al pubblico fino al 21 novembre 2021.

L’evento è stato curato da Hashim Sarkis, titolare degli Hashim Sarkis Studios e Preside dal 2015 della School of Architecture and Planning del Massachusetts Institute of Technology.

Grandi numeri

La Mostra è suddivisa in cinque aree tematiche, tre allestite all’Arsenale – Among Diverse Beings, As New Households, As Emerging Communities – e due al Padiglione Centrale – Across Borders e As One Planet

L’edizione di quest’anno presenta i lavori di 112 partecipanti provenienti da 46 Paesi con una maggiore rappresentanza da Africa, America Latina e Asia. 

Il presidente Roberto Cicutto mostra tutto il suo entusiasmo per questi grandi numeri, sottolineando come rappresentino una forte soddisfazione dopo un anno di pandemia; questo non solo perché finalmente è possibile organizzare un grande evento in presenza, ma anche per la dimostrazione di quanta voglia ci sia di partecipare a temi fondamentali come quelli trattati in questa 17esima Mostra Internazionale di Architettura. 

Infatti, How will we live together?, tocca temi fondamentali come la questione dei confini, dei flussi migratori e del cambiamento climatico. 

Mette in luce inoltre l’urgenza di politiche globali sovranazionali in grado di incidere positivamente su un ambiente sempre più affaticato.

archdaily.com

“Non possiamo più aspettare che i politici propongano un percorso verso un futuro migliore. Mentre la politica continua a dividere e isolare, attraverso l’architettura possiamo offrire modi alternativi di vivere insieme” afferma Hashim Sarkis.

Uno degli intenti della Mostra da lui curata è anche quello di sottolineare la grande importanza dell’unione di competenze di professionisti diversi, come progettisti, scienziati e artisti.

Un invito al gioco

Un’altra parte di questa edizione 2021 è stata allestita a Forte Marghera. 

Lì, è visibile la risposta di 5 architetti internazionali alla domanda: How will we play together? 

Il risultato è un progetto dedicato al gioco, una piccola Biennale pensata per i bambini, in cui strutture di varie forme e materiali invitano all’esplorazione e al gioco.

Il Leone d’Oro alla carriera 2021

events.veneziaunica.it

L’architetto, docente, teorico dell’architettura e critico spagnolo Rafael Moneo ha vinto il Leone d’Oro alla carriera della 17esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.

“Moneo nell’arco della lunga carriera ha conservato la sua abilità poetica– dice Sarkis –rammentandoci la capacità propria della forma architettonica di esprimere, plasmare, ma anche di perdurare”.

Per celebrarlo, il curatore della mostra ha allestito una piccola esposizione all’interno del Padiglione del Libro ai Giardini. E’ una selezione di plastici e di immagini emblematiche degli edifici dell’architetto spagnolo, come il Kursaal Auditorium, il Museo del Prado e tanti altri.

Un’edizione complessa ma altrettanto stupefacente ricca di importanti spunti di riflessione. 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Nuova Accademia Design corso online formazione in Nad Nuova Accademia del Design Verona
Stare al passo col mercato può fare la differenza