Blog

Milano Fashion Week 2020: cosa abbiamo imparato partecipando

Il sogno di ogni giovane Designer è di prendere parte alla Milano Fashion Week.

E vivere per 2 giorni questa grandissima esperienza è stata un’emozione che ancora portiamo nel cuore.

NAD infatti ha selezionato 6 giovani stiliste e, insieme a Luca Mancini, Designer e coordinatore della Fashion Design School, e a Benedetto Grassotti, Designer e docente, ha partecipato a Fashion Act presentando i loro abiti.

Se sei appassionato di moda, ti sarà sicuramente capitato di sfogliare un numero di BeCool

Fashion Act è l’evento creato dal suo fondatore, Leonardo Angelo, in collaborazione con il fotografo Gabriel Munari. Una performance artistica che in questa edizione ha avuto luogo, il primo giorno, nello showroom di Fiorella Ciaboco, e il secondo ha preso vita direttamente ai piedi dello skyline di Milano.

Due giorni frenetici all’insegna del glamour e che hanno davvero lasciato il segno.

Cosa abbiamo imparato.

Tornare alla vita di tutti i giorni con il bagaglio di ricordi della Milano Fashion Week, soprattutto per un giovane Designer, è impagabile.

Ma quello in cui più crediamo è che sia fondamentale impegnarsi per realizzarsi. Per questo motivo è già tempo di bilanci. 

Ecco i 4 give away che portiamo a casa da questa fantastica esperienza:

 

1. Il mantra della flessibilità

Che l’imprevisto sia dietro l’angolo, non è un luogo comune. 

D’altronde fantasticare è bello, però la realtà sa sempre sorprenderti. Quindi goditi il momento senza essere influenzato dalle aspettative. 

Ricorda di preparare sempre un discorso per le evenienze, ma tieniti pronto: dovrai improvvisare!

 

2. Sii puntuale (e poi scordati l’orologio)

La puntualità: una delle più semplici forme di rispetto verso un impegno preso e di buona educazione. 

Tu, sii puntuale. Ma poi scordati l’orologio! 

Sì, perché qui ritorniamo subito al punto numero 1: non tutto filerà liscio, perciò il tuo contributo deve essere ancora più professionale, per non innescare l’effetto domino di un ritardo irrecuperabile.

 

3. Il mondo è bello perché è vario

Il Fashion System è letteralmente una finestra sul mondo. 

Viviamo un periodo storico complicato, imprevisto, dove pregiudizi e paure ci stanno allontanando gli uni dagli altri.

La Moda, invece, è integrazione, celebrazione della bellezza in tutte le sue forme, energia in movimento.

Tra modelle mozzafiato, make up artist eccentrici e talentuosi, fotografi innovativi e gli immancabili influencers, almeno in questa settimana magica, ogni barriera è stata abbattuta.

 

4. Vivi di emozioni

Le emozioni sono il sale della vita. E per un creativo lo sono ancora di più. 

La freddezza non appartiene a chi mette il cuore nelle proprie opere, nelle proprie collezioni, nell’impegno quotidiano.

Però… vivere di emozioni non significa farsene travolgere.

Una sfilata o un evento, come per noi è stato quello alla Milano Fashion Week, è un tuffo nell’adrenalina più pura, qualcosa per cui non dormire la notte per timore che sia solo un sogno. 

Ma quando il “giorno X” arriva, metti da parte qualsiasi ansia e giocatela alla grande. Con passione e entusiasmo!

 

Se vuoi conoscere più da vicino la nostra esperienza e vedere tutti gli abiti che hanno sfilato per Fashion Act, seguici sulla nostra pagina Facebook.