Blog

Continuare a formarsi in questo periodo complesso e sfidante, per molti, non è semplice.

La vita sembra aver preso improvvisamente una piega imprevista, le strade si sono svuotate, ogni routine è saltata.

Sentirsi smarriti e insicuri è normale.

Eppure, almeno una cosa è rimasta invariata. 

O perlomeno lo è rimasta per NAD.

Qui gli studenti stanno portando avanti il programma scolastico, tra lezioni, meeting ed esercitazioni, proprio come se fossero in aula.

Sì, perché le scelte che si fanno in qualsiasi ambito, personale e professionale, hanno sempre una conseguenza. Anche a lungo termine.

NAD Formazione a distanza con CISCO AXIANSLa scelta di NAD? 

Quella di dotare le sue aule di lavagne interattive di ultima generazione, di utilizzare la piattaforma Webex di Cisco e di permettere di formarsi in distance learning

E questo succedeva ben 10 anni fa, non in una corsa contro il tempo e contro il Coronavirus.

Perché essere pionieri e sognatori, per alcuni, è sia uno stile di vita che imprenditoriale.

Proprio per questo motivo, abbiamo voluto avere ospite a NAD Radio, dopo l’episodio con Elisabetta Zichella, General Manager di NAD (ascoltalo qui), anche Nicola Pighi, Presidente di Hdemy Group.

Hai presente le interviste doppie?

Ecco, in questa, non ti verrà da ridere, ma da emozionarti e da riflettere.

Prova ad immaginare se tutto questo fosse successo anche solo vent’anni fa, quando internet era agli albori, non esisteva alcun tipo di formazione a distanza e men che meno di smart working

Quando non si potevano fare videochiamate, ma nemmeno condividere le foto sul cellulare, quando non erano ancora state inventate le app, gli ebook, i tablet, gli smartphone. E chissà quant’altro!

Siamo in un periodo di crisi, ma siamo una generazione privilegiata. Non è la fine del mondo, ma la fine di un mondo.

E quando tutto questo finirà, si spera al più presto, chi sarà stato in grado di andare oltre l’ostacolo e di adattarsi, ne avrà il doppio dei vantaggi.

Se vuoi approfondire cosa è stato raccontato nelle interviste, la prossima a Nicola Pighi in uscita lunedì 23 marzo, ti invitiamo ad ascoltarle come sempre su iTunes, Spreaker e Spotify. 

Con Elisabetta Zichella abbiamo parlato di tutte le iniziative di NAD per portare avanti il programma didattico e fare squadra, ma non solo. Uno degli argomenti principali della nostra chiacchierata è stato l’importanza della comunicazione, sia per l’accademia nello specifico che tra le persone in generale. 

Ancor più in questo periodo, durante il quale si sta assistendo ad una spaccatura tra la comunicazione buona, etica, e quella forzata e opportunista.

Con Nicola Pighi, inoltre, abbiamo capito da vicino come funzionano le lezioni a distanza, sia quelle teoriche che quelle pratiche, dal punto di vista del docente e dello studente. 

Siamo partiti dal racconto di un investimento fatto per amore del Futuro, con la F maiuscola, per arrivare alle parole di un padre, prima ancora che un imprenditore, che sa che “dopo l’inverno, torna sempre la primavera”.

Questa è la sua lettera aperta agli studenti:

Buongiorno a tutti,

i giorni che stiamo trascorrendo sono lenti e pieni di momenti per pensare, non solo sui fatti contingenti, ma anche sui nostri atteggiamenti pre Coronavirus.

Questa esperienza ci cambierà molto nel modo di considerare le cose e dovremmo riprendere a interpretare benevolmente certe scelte tecnologiche..

Le persone che, come me, stanno investendo sul futuro di Hdemy Group hanno fatto sì che la quotidianità di tutti proceda senza disagi.

Questo è un fattore di non poca rilevanza in un momento in cui il mondo è costretto a fermarsi.

Spero tanto che tutti voi, cari studenti, possiate godere del calore delle vostre famiglie, nelle vostre case, sentendoci vicini a voi non soltanto con le lezioni che potete seguire grazie alle tecnologie di cui siamo dotati, ma anche per le numerose iniziative che quotidianamente vi mettiamo a disposizione per non smettere di sentirci ed essere gruppo.

Quello che ci ha invasi è qualcosa che non ha un precedente nella mia memoria di uomo, di padre, di imprenditore.

Certamente questo momento di grande difficoltà e preoccupazione lascerà spazio ad una nuova normalità che ognuno di noi vedrà con occhi diversi, comprendendo la fortuna di essere vivi, di avere delle prospettive per il futuro e dei mezzi per poterle raggiungere.

Desidero ringraziare tutto il team di Hdemy Group, dalla direzione, ai coordinatori, ai docenti, ai tecnici, le segretarie, i commerciali e tutti voi, splendidi studenti.

Grazie per il vostro impegno e per lo sforzo di vivere gioiosamente questa nuova, strana quotidianità.

Mi raccomando, stiamo a casa. 

Teniamoci compagnia, restiamo uniti e aspettiamo di poterci incontrare di persona al più presto.

Un sincero abbraccio,

Nicola

Grazie a te, Nicola, da parte di tutti noi di NAD.