Blog

LED e domotica: dai primi utilizzi alle nuove tendenze

LED e domotica: dal primissimo led sviluppato nel 1962 da Nick Holonyak ad oggi, sono cambiate davvero moltissime cose.

Ce le racconta Melissa Olivati, studentessa della Architectural Design School di NAD.

Dal primissimo led sviluppato nel 1962 da Nick Holonyak, fino al successivo inserimento come indicatore di stato per elettrodomestici e base per schermi tv e computer, fino ad approdare come sostitutivo della lampadina ad incandescenza sfondando in tutto il mondo del light design.

Ecco come questa piccola invenzione del secolo scorso in tutte le sue sfaccettature di forme e colore, ha cominciato a prendere sempre più parte agli oggetti d’arredo dei diversi spazi domestici dei giorni nostri.

Un’invenzione geniale per un’illuminazione ad hoc

Fu lo scienziato Nick Holonyak ad emettere il primo diodo a luminescenza della storia. Il primo led apparì intorno agli anni ’60 ma considerata la sua ridotta intensità luminosa, fu utilizzato principalmente come indicatore.

Con l’avanzare degli anni vennero usufruiti altri colori che passarono dal verde, all’arancione o al giallo, che, per luminosità vennero utilizzati prima all’interno di computer e orologi digitali e finalmente nell’illuminazione.

Con il seguente sviluppo dei materiali semiconduttori, vennero creati a cavallo degli anni ’90 nuovi colori, come il blu, e infine il bianco.

Rivoluzioni tecnologiche a basso consumo

L’elettricità già esisteva da tempo ma la lampadina ad incandescenza di Thomas Edison produceva più calore che luce. Ben il 95%, che non è poco!

Per non parlare della durata, non appena superiore alle 1000 ore.

Il led avrebbe potuto sostituire la lampadina? La loro emissione era troppo bassa per poter illuminare un intero ambiente?

Ebbene sì, ma con l’avvento delle nuove tecnologie si pensò di aumentare l’emissione del led tanto da poter essere utilizzato all’interno delle abitazioni o in altre circostanze simili.

La sua emissione luminosa passò dai 0,1 Watt ad addirittura 100 Watt, mentre le recenti lampadine led possono persino arrivare ai 300 Watt!

Luce “fredda”, eccellente durata (fino a 10 000 ore) e a basso consumo: sono queste le caratteristiche saliente di questi diodi luminosi.

Suggestività d’effetto

Versatilissimi e originali, i led possono creare diversi stili e diverse atmosfere all’interno della casa, con l’utilizzo di colori e varianti.

Possono essere posti, oltre che a sostituzione delle normali lampadine o al centro di meravigliosi lampadari, attraverso tagli di luce a parete, a soffitto, oppure ad incasso.

Un punto luce per illuminare i gradini della scalinata o per interrompere un lungo corridoio, un taglio di luce incassato nel cartongesso a creare un gioco di chiaroscuro, o un’illuminazione a controsoffitto che diffonde luce uniformemente nella stanza.

Tutto al fine di creare qualcosa di suggestivo per l’animo.

Ormai pienamente all’avanguardia, l’illuminazione led consente numerosissime funzioni utili a scegliere la luce che più ci piace anche a seconda delle situazioni o dei momenti.

Perché non poter passare in pochi istanti da una luce raggiante per studiare o leggere ad una luce tenue per momenti romantici o per rilassarsi? O, perché no, cambiarne il colore per dare una sensazione di vivacità all’ambiente?

Casa intelligente e “smart”

La tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi decenni, tanto da portare comfort, qualità della vita e comodità a livelli altissimi.

Grazie alle nuove generazioni di dispositivi è ora possibile gestire le attività della propria casa da remoto, mediante comando vocale o telecomando.

Basta semplicemente collegare il dispositivo luminoso a quello dotato di intelligenza artificiale per poter “parlare” con la propria casa e dare lei istruzioni su cosa fare.

Anche la luce sarà quindi visionata da remoto, potendo scegliere quali luci accendere e quali spegnere, regolandone le caratteristiche a nostro piacimento.

Un comfort che farà scappare anche qualche sorriso nell’udire la voce parlante, rispondere ironicamente a tutte le più svariate domande a lei fatte!