primo negozio fisico di Google

IL PRIMO NEGOZIO FISICO DI GOOGLE

Google ha aperto un vero e proprio store e New York

Dopo aver raddoppiato il fatturato a 17,9 miliardi per il primo trimestre del 2021, il grande colosso ha iniziato una nuova avventura: il primo negozio fisico di Google.

È stato inaugurato il 17 giugno, dopo quattro anni di lavoro. Il primo store fisico di Google a New York fa parte del campus urbano dell’azienda nel quartiere di Chelsea, dove sono già presenti gli uffici con oltre 11.000 dipendenti.

Jason Rosenthal, vicepresidente del settore direct channels e membership, spiega: “Google è a New York da 20 anni e consideriamo il negozio come un’estensione naturale del nostro impegno di lunga data per la città”.

Un’esperienza a 360°

Lo store offre la possibilità di vedere come lavora il software stesso e come i servizi “Ricerca Google”, “Assistente Google”, “Google Maps”, YouTube, Stadia e molti altri prendono vita nel quotidiano.

Non è però solo un centro di vendita al dettaglio, ma anche un portale per assaporare le esperienze smart proposte da BigC. Le persone possono provare Pixel phone e smart speaker Nest.

È possibile quindi avere un’interazione pratica con i prodotti. 

Inoltre, il team Google altamente qualificato è a completa disposizione dell’utenza; nel negozio si possono risolvere problemi, riparare i dispositivi o anche solo fare una semplice domanda. 

primo negozio fisico di google a new york

Un look all’avanguardia

Il design è particolare e all’entrata spicca la struttura in vetro circolare alta più di 5 metri che l’azienda chiama Google Imagination Space

The Space dispone di schermi interattivi personalizzati con mostre rotanti dei prodotti e della tecnologia di Google, in modo che i visitatori possano provarli senza doversi muovere. 

La struttura fornisce anche la traduzione in tempo reale di ciò che viene trasmesso in 24 lingue diverse contemporaneamente.

the space negozio  googleblog.google

store fisico di Google e bioedilizia

Per la costruzione del negozio fisico di Google è stata data grande attenzione all’ambiente; i materiali, i processi di costruzione, i sistemi meccanici e molto altro sono tutti sostenibili.

Ecco perché questo store è uno dei soli 215 spazi commerciali al mondo ad aver ottenuto la classificazione LEED Platinum.

Si tratta della più alta certificazione possibile nell’ambito del sistema di valutazione della bioedilizia. Leed riconosce le prestazioni degli edifici in settori chiave, come il risparmio energetico ed idrico, la riduzione delle emissioni di CO2, il miglioramento della qualità ecologica degli interni, i materiali e le risorse impiegati, il progetto e la scelta del sito

All’interno del negozio è stato adottato un approccio sostenibile anche nella scelta dell’illuminazione e i mobili personalizzati in sughero e un artigiano locale ha creato i mobili in legno e sughero.

In passato Google ha aperto diversi negozi pop up sia a Chicago che a Manhattan ma erano tutti legati a eventi particolari o al lancio di nuovi device: quello di Chelsea quindi è il primo negozio fisico permanente.

interni negozio fisico google new yorkblog.google

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Alessandra Lapolla ex studentessa del Master in Design
MASTER IN INTERIOR DESIGN DOPO 20 ANNI DI CARRIERA